Domani martedì 8 Maggio 2018 alle ore 18:00 a Napoli, presso la Stazione FS di Mergellina sarà ospitata la tappa conclusiva di Abili Oltre in Viaggio.

Abili Oltre in Viaggio dopo le stazioni di Milano, Torino, Roma e Reggio Calabria giunge a Napoli, presso la Stazione di Mergellina di Ferrovie dello Stato.
La mostra ospita 12 opere di grande formato realizzate da artisti abili e disabili ispirate a 12 storie di personaggi della disabilità che nella vita sono riusciti ad andare oltre ogni limite fisico.
Abili Oltre è in Viaggio per manifestare a favore del lavoro come forma di realizzazione, che non deve riconoscere soltanto una retribuzione ma soprattutto la dignità e l’unicità delle persone e per sollecitare le organizzazioni produttive affinché si adoperino per riuscire a valorizzare il contributo che ogni persona può dare sul lavoro, uscendo da un’ottica assistenziale della disabilità.

Le opere, dodici progetti grafici di street art realizzate all’interno di laboratori artistici integrati da ragazzi con disabilità e non, allestite su pannelli di grande formato, si ispirano a personaggi famosi con disabilità motorie, sensoriali, intellettive, che nonostante le difficoltà hanno eccelso e raggiunto importanti riconoscimenti nei campi più svariati (Stephen Hawking, Ezio Bosso, John Nash, Dario Fo, Davide Santacolomba, Massimiliano Sechi, Setoshi Tajiri, Simona Atzori, Santiago Lange, Gianfranco Jeff Onorato, Gaia Rizzi, Jacob Barnett.)

L’esposizione itinerante, liberamente visitabile all’interno delle stazioni è partita da Milano Centrale il giorno 20 febbraio (20-22 Febbraio), per poi spostarsi a Torino Porta Susa (26-28 Febbraio), Roma Ostiense (20-22 Marzo), Reggio Calabria Centrale (10-12 Aprile) e si concluderà domani a Napoli Mergellina (8-10 Maggio).

Un itinerario concreto e simbolico al tempo stesso, in cui le stazioni diventano non solo luogo di passaggio e di viaggio ma vere e proprie piazze, che offrono un’occasione per riflettere sull’apporto positivo che le persone con disabilità sono capaci di dare alla crescita civile e culturale del Paese.

Insieme alla Mostra, la tappa napoletana ospiterà “O se canta pè ammore o se canta pè arraggia”, un’azione pubblica di Manovalanza compagnia da sempre impegnata in tematiche sociali e civili.
“Siamo convinti della circolarità del teatro, del suo potere comunicativo, della sua meravigliosa lingua animale che è di tutti o di nessuno. Alcuni affermano che il teatro sia morto; noi siamo testimoni della sua urgenza e della sua immortalità, nei teatri e soprattutto fuori. Il teatro è vivissimo pure se il pubblico un po’ è stato privato. Ecco allora il teatro di tutti. Ecco il teatro della città. Ecco il nuovo coro. Ecco allora questa grande festa dello sguardo ritrovato.” 
#Manovalanza

Sarà possibile per il pubblico partecipare attivamente all’azione. 

L’iniziativa è realizzata in partnership con Ferrovie dello Stato, Firstcisl ed a Napoli con Lo Stato dell’Arte. Sempre a Napoli, oltre all’ente promotore Abili Oltre parteciperanno le Associazioni Tutti a Scuola Onlus e Specialmente Noi Onlus