Ogni volta che vedo una montagna

mi aspetto che si trasformi in un vulcano.

Italo Svevo

A Momentary Lapse è una videoinstallazione site specific dell’artista italiano Francesco Ciotola, a cura di Raffaele Loffredo, composta da un video di 28 fotografie, in mostra presso il Museo Centro De Arte Contemporanea di Quito.

Le immagini ritraggono i siti archeologici napoletani di Pompei, Ercolano e Oplontis, ad oggi icone della cultura passata, il cui ritrovamento avvenne per caso a partire dai primissimi anni del 1700.

Una parte di rilievo nell’esposizione è data anche al Vesuvio, quale Creator/Sterminator; un elemento naturale che ha distrutto questi luoghi, congelandoli in un dato tempo, ma che in egual misura è stato il mezzo che gli ha permesso di elevarsi a simbolo di un possibile rinascimento culturale contemporaneo.

L’eruzione del 79 D. C. a Napoli difatti può essere considerata una distruzione per il passato ed un’opportunità per il presente, in particolare per l’importanza della conoscenza della storia e per il suo utilizzo oggi.

L’installazione dell’artista napoletano Francesco Ciotola, pone la questione del ruolo fondamentale che la storia e i fatti del passato hanno oggigiorno come vettori culturali contemporanei.

A Momentary Lapse – Il titolo scelto per la presentazione presso il Museo di Arte Contemporanea di Quito – sostiene l’artista – rappresenta un intervallo, che allude all’azzeramento di una data situazione, un “locus” dal quale è possibile ripartire.

Abbiamo scelto di presentare questo lavoro a Quito poiché riteniamo che il carattere di un luogo dipenda molto dalla terra in cui si trova. Vivere in una terra vulcanica accomuna le sue genti; Quito come Napoli è una terra vulcanica, le due città sono così fortemente legate da un elemento naturale caratterizzante il paesaggio e la sua cultura.